IL VECCHIO

IL VECCHIO

Carlo lo vide venire su lungo la strada, con passo lento, come uno che camminava da tanto tempo.

Il vecchio aveva la barba bianca e si reggeva a un bastone, egli pensò, che se avesse fatto la sua stessa strada, avrebbe potuto aiutarlo a salire e così lo aspettò.

Quando il vecchio lo ebbe raggiunto lo guardò. Lo sguardo del vecchio era profondo. Fu allora che Carlo gli chiese:

– Da dove vieni buon vecchio?- Questi parve esitare un attimo, poi:

– Dall’infinito,- gli rispose.

Carlo, credendo che il vecchio stesse scherzando, gli chiese ancora:

– E dove vai?-

– All’infinito, – rispose il vecchio dalla barba bianca.

– Forse sta ancora scherzando- pensò Carlo e continuò:

– Cos’hai visto nel cielo?-

– Le stelle- disse il vecchio con aria grave.

– Si, ma più in la nell’infinito- chiese Carlo ironico.

– L’Infinito- rispose il vecchio.

Carlo dubitò che l’uomo stesse scherzando:

– Non stai forse esagerando buon vecchio? Forse sei troppo stanco, siediti e risposa-

– Forse- riecheggiò il vecchio.

– Scusami – disse Carlo – veramente da dove vieni?-

– Ho capito, – disse il vecchio, – tu vuoi sapere da dove sono ripartito: dalla città laggiù nella pianura.-

– Ora cominci a ragionare, – disse Carlo.

– Ma non è di la ch’io vengo, – continuò il vecchio.

– Allora vuoi veramente burlarti di me?- Soggiunse Carlo leggermente irato.

– No, – si affrettò a rispondere il vecchio, – ma non è di la che io vengo, di la sono soltanto ripartito. –

– Si è vero, – constatò Carlo, – dall’accento si direbbe infatti che tu venga dall’altra città, laggiù vicino al fiume.-

– No, non è di la che io vengo, la ci sono soltanto nato, – precisò il vecchio.

– Ho capito – disse Carlo irritato – se non vuoi dirmi da dove vieni dimmi almeno dove vai? Può darsi che facciamo la stessa strada. Vai per caso alla città lassù?-

– No di la ci debbo soltanto passare- soggiunse pensieroso il vecchio.

– Allora vai all’altra che viene dopo?- Insisté Carlo.

– No!- Esclamò il vecchio crollando la testa- la ci devo soltanto morire! –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *