COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI 2019 ORA NESSUNO POTRÀ DIRE DI NON CONOSCERE LA VERITÀ SUGLI OMICIDI DI INGRID E ANDREA E DI TANTI INNOCENTI TUTTI UCCISI DALLA KRISTELLER!

A quasi diciassette anni dall’omicidio volontario di Andrea e di Ingrid la VERITÀ viene ancora una volta …archiviata. Si sta ancora ignorando il reale nesso di causalità, che procurò la loro morte: IL CESAREO NEGATO, per fare un parto vaginale con le 5 manovre di kristeller subite e mai segnalate in cartella clinica dai ginecologi e dalle ostetriche di cui infatti non c’ è traccia nemmeno negli accertamenti relativi all’ Audit interno all’Ospedale di Arezzo e nelle varie CTU dei procedimenti civili e penali instaurati dalla famiglia seppur l’ uso (e quindi anche il collegamento con i 2 decessi) delle 5 manovre di Kristeller subite da Ingrid e dal piccolo Andrea, era stato ammesso sia nelle dichiarazioni redatte dai 2 ginecologi (Barone Raffaele Elio e Merelli Francesco) richieste dopo i decessi di Ingrid e del piccolo Andrea dal Direttore del Presidio Ospedaliero San Donato di Arezzo e dal direttore della Unita Operativa di Ginecologia ed Ostetricia, sia nella deposizionedi fronte al Pubblico Ministero dott. Ledda, fatta dalla ostetrica Mazzetti Donatella nel procedimento penale a carico del Dr. Barone Raffaele Elio e Merelli Francesco.

La SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE QUINTA SEZIONE PENALE, nell’ ultima udienza del 09/02/2010, emettendo la sua sentenza di accoglimento del ricorso avverso l’assoluzione dei medici dal reato di concorso colposo in interruzione di gravidanza pronunciata dal Tribunale di Arezzo il 13 luglio 2007, evidenzia e argomenta chiaramente, nelle quasi 7 pagine in cui si articola la sentenza, proprio come sia stato il mancato taglio cesareo il nesso di causalità l’insistere fino alla morte con un parto vaginale in una povera giovane che non aveva più forze.” Va da se che a pagina 6 di detta sentenza, ultimo capoverso, si evidenzia anche: “…A fronte di queste precise emergenze, come esposte nella sentenza impugnata, la corte territoriale si sofferma sulla impossibilità di accertare quale fosse il grado di sofferenza del feto per l’assenza del monitoraggio continuo e sul momento della morte, omettendo una compiuta analisi controfattuale, che le avrebbe consentito di rilevare che se fosse stato fatto il parto cesareo quando la signora Mazzetti aveva prospettato l’ipotesi, il bambino non sarebbe morto e con buone probabilità sarebbe sopravvissuta anche la madre.”

NON SI DOVEVA INSISTERE COL PARTO VAGINALE

Il perché e il movente del Taglio cesareo negato sono documentati nei ricorsi avverso l’archiviazione e contenuti nella DELIBERA DELLA GIUNTA REGIONALE TOSCANA N.922 DEL 2002 e successive, delibera che introdusse nelle maternità una politica di contenimento dei cesarei, per risparmiare, facilitando, provocando complici del ricorso alla MANOVRA DI KRISTELLER, KRISTELLER che, come la stessa Delibera Regionale cita: “ne deve essere omessa la segnalazione fino alla terza”. Senza contare che nella stessa delibera 922/2002 è stato introdotto anche un filtro software ancora in funzione nelle sale parto che impedisce di segnalare l’uso della manovra di nei parti vaginali e parti operativi con la conseguenza che se l’uso della manovra di Kristeller in questi 2 tipi di parto non porta all’esito della nascita del neonato e il personale è costretto a eseguire un taglio cesareo in travaglio, le manovre di Kristeller utilizzate scompaiono completamente dai radar delle segnalazioni e in caso di danno le complicanze vengono erroneamente attribuite al cesareo e non ai fallimenti dei due parti vaginali e operativi. SI CAPISCE PERCHÈ (con cinica ironia) DA LUSTRI LA KRISTELLER VIENE CHIAMATA “LA MANOVRA INVISIBILE”.

NOTA BENE: Anche negli ultimi anni le statistiche pongono la sanità toscana ai vertici nazionali per contenimento dei cesarei, ma le stesse statistiche la pongono anche ai vertici delle morti per emorragia dopo il parto. Meno cesarei eseguiti al momento opportuno, più morti. Più cesarei eseguiti al momento opportuno, meno morti. Ingrid e Andrea subirono -con violenza- CINQUE MANOVRE DI KRISTELLER E MORIRONO, manovre che non comparvero scientemente né in Cartella Clinica, né nell’Audit clinico dell’Ospedale San Donato di Arezzo e rimasero pressoché invisibili nei procedimenti riguardanti la loro uccisione, nonostante i ricorsi e le denunzie fatte. Tutte archiviate -l’ultima il 7 marzo 2018- senza parlare mai di Kristeller.

QUANTE MADRI E FIGLI DEVONO MORIRE, PRIMA CHE UN PAESE CIVILE?
METTA AL BANDO LA NANOVRA DI KRISTELLER?
ALTRI PAESI LO HANNO FATTO, DA DECENNI!
Avete letto FATTI avvenuti nel TEMPO DELLA NOOSFERA. Tempo migliore? Come vedete no! ANCORA MANCA UNA PROFONDA ECOLOGIA DELLA NOOSFERA e senza, IL TEMPO NOOSFERICO VOLGE AL PEGGIORE. SI SENZA SOLIDARIETA’, SENZ’ AMORE SI MUORE! SI PUO’ ANCHE MORIRE, MORIRE A MILIARDI, NEL TEMPO DELLA NOOSFERA: IL COMPLESSO E L’EVOLUTO -di per sé- non portano un tempo migliore nel panorama mondiale… per chi sa e vuole vedere.

Cristo-Verbo Incarnato- dopo la resurrezione, mentre ascendeva al cielo, agli apostoli disse: “…Chi ha visto me ha
visto il Padre. …Io sono la via, la verità e la vita. …Io sono nel Padre e il Padre è in me. GV 14,9. Io e il Padre siamo
una Cosa Sola”. GV 10,22 -30. Dio è Uno. La Trinità sono le Tre Persone: Il Padre e il Figlio della stessa sostanza e
lo Spirito Santo, Amore del Padre per il Figlio e del Figlio per il Padre, Amore che procede dall’ Unica sostanza DIOAMORE, relazione eterna, inconcepibilmente bella, assolutamente perfetta. Anche l’Uomo è relazione, è persona
a somiglianza di DIO, anche l’UOMO, maschio e femmina, è Amore, vocato a Cristo, all’AMORE, ove SOLO SI È.

SOLO IL TEMPO
Vita
campo di gravità
spirituale
generato nell’ Essere
dall’ AMORE.
La Vita
non muore.
Solo il tempo,
quello che ci è stato donato,
per nascere e amare:
il nostro tempo
muore.
La VITA
è immortale,
è AMORE.
SOLO IL TEMPO
muore.

A MIA MOGLIE, NELLA RICORRENZA DEL GIORNO DELLA NASCITA DI NOSTRA FIGLIA.
TU SEI INGRID, TUO FIGLIO ANDREA È,
ORA VEDETE IN PIENEZZA,
PER QUESTO HO PERDONATO,
PERCHE’ SOLO NELLA PIENEZZA DELL’AMORE*
SI È.

 

Nella verità si può anche a mare.
*IMPOSSIBILE STABILIRE DEI RAPPORTI DI AMORE AL DI FUORI DELLA VERITA’, Louis Lochet, 1914-2002,
sacerdote francese autore di numerosi testi di spiritualità cristiana
La verità giuridica, sulla morte di Ingrid e di Andrea ancora -purtroppo- è al di fuori DELLA VERITA’.
WWW. SOSSOLIDARIETASOCIETA.IT NUOVI ORIZZONTI